Iscriviti alla nostra NEWSLETTER e ricevi un buono sconto di 5 EURO sul primo acquisto

5 Donne che hanno fatto tendenza

5 Donne che hanno fatto tendenza

Le donne hanno cambiato il mondo della moda contribuendo in modi diversi e unici. C’è chi ha rivoluzionato il guardaroba femminile proponendo un abbigliamento innovativo per l’epoca, o è diventata un’icona di stile ribaltando i canoni tradizionali. Ci sono donne che hanno brillato sulle passerelle di alta moda e cambiato radicalmente l’idea di bellezza.

1. Coco Chanel: l’eleganza della semplicità

Coco Chanel ha ridefinito i concetti essenziali della moda con delle creazioni tanto semplici quanto meravigliose, considerate ancora oggi un must have per ogni donna: il tubino, i pantaloni, la giacca di tweed, la collana da cocktail e il tessuto jersey, stoffa fino al 1917 utilizzata solo per la biancheria. Ed ancora: Coco Chanel lanciò la moda del capello corto e soprattutto l’inconfondibile Style Chanel, una donna semplice ed elegante, anche quando lavora. Decisa, quasi a rasentare la testardaggine Coco è riuscita ad imporre uno stile originale e rivoluzionario.

2. Jeanne Lanvin: equilibrio e grazia

Raffinatezza, equilibrio e grazia con un pizzico di sfrontata dolcezza. Questa è la moda di Jeanne Lanvin, famosa fin negli anni ’20 per i suoi cappelli a cloche, gli abiti raffinati, una particolare sfumatura di blu ispirata agli affreschi del Beato Angelico, i ricami eleganti e fiabeschi ed uno stile puramente romantico, chiamato robe de style. Ha dedicato la vita a sua figlia Marguerite, immortalata con la madre sul logo Lanvin ed è stata la prima modista ad essere, 24 ore su 24, un esempio di classe e di eleganza.

3. Madeleine Vionnet: addio corsetti e gonnelloni

La moda del XX secolo vide come protagonista Madeleine Vionnet, colei che ha cambiato i canoni dell’abito femminile negli anni ’30. Ci ha fatto dire addio ai vestiti ottocenteschi con i corsetti e i gonnelloni. La figura femminile rimane snella, ma assume contorni simili a quelli delle statue greche, con il punto vita che si assottiglia, evidenziato con cinture sottili. Le gonne diventano aderenti sui fianchi e svasate verso il fondo, la stoffa viene tagliata di sbieco e si preferiscono i tessuti monocromatici e la stampa floreale.

4. Mary Quant: arriva la minigonna

Pochi lasciano il segno come Mary Quant, a cui si deve una delle creazioni più rivoluzionare della moda femminile del XX secolo: la minigonna. Mary irrompe sulle passerelle nei primi anni ‘60. Innovativa, stravagante e con un grande desiderio di libertà, apre la sua prima boutique a Londra nel 1955 ed è qui che crea la rivoluzionaria miniskirt. La stilista, in varie occasioni, sostenne che furono le ragazze di King’s Road ad inventare la mini, condividendo così il merito e attribuendosi solo di aver reso l’indumento più semplice, giovanile e pratico.

5. L’indimenticabile Miss Holly Golightly

Audrey Hepburn rappresenta il canone di eleganza e di bellezza che molte donne desiderano raggiungere.
Audrey ha reso popolari abiti dalle forme dritte, cropped pants, top con scollo a barchetta e mocassini slip-on. Givenchy s'innamorò di quella figura sottile, quasi celestiale, che rendeva speciale chemisier essenziali e tubini, quei little black dress, che sulle altre non facevano lo stesso effetto. Un’ indimenticabile icona di stile, chi non ricorda la sua è la celebre frase: L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai. Per le donne non è solo una bravissima attrice (come dimenticare Miss Holly Golightly in Colazione da Tiffany, una ragazza svampita e spontanea, ma dal fascino irresistibile), ma una donna elegante, gentile, semplice ed estremamente affascinante da cui prendere ispirazione.

Riferimento immagine : http://maxpixel.freegreatpicture.com/Actress-Vintage-Audrey-Hepburn-Movies-394261



cc